Stampa

Estratti da DGR XI/2509 del 26.11.2019, allegato 2, e da Decreto DG Welfare 916 del 29.01.2020

Il processo di HTA in Regione Lombardia prevede il coordinamento, da parte della UO Programmazione della Direzione Generale Welfare, di numerose e differenti attività realizzate da più soggetti, compresi i produttori e gli utilizzatori di tecnologie biomediche, i cittadini ed i pazienti interessati.

Ciascun soggetto, con l'unica esclusione dei produttori e dei distributori di prodotti, interagisce nel processo di HTA previa dichiarazione degli interessi secondari e valutazione, da parte della Direzione Generale Welfare, dell’eventuale sussistenza di conflitti tra gli interessi dichiarati e le finalità delle valutazioni.

Chi Cosa Quando
Le aziende sanitarie (ATS, ASST, I.R.C.C.S. pubblici o privati, ospedali privati accreditati e case di cura convenzionate) con sede in Lombardia

1. Segnalazioni
2. Memorie scritte
3. Richiesta di audizione
4. Contributo a consultazione pubblica

Nella fase di prioritizzazione e (limitatamente alla richiesta di audizione) nella fase di appraisal
Gli stakeholder esterni alle aziende sanitarie: esperti di dominio scientifico e clinico, Società Scientifiche e Professionali, Associazioni di Cittadini, Associazioni di Pazienti, ecc. 1. Segnalazioni
2. Memorie scritte
3. Richiesta di audizione
4. Contributo a consultazione pubblica
Nelle fasi di prioritizzazione, assessment e (limitatamente alla richiesta di audizione) di appraisal
I produttori e i distributori di tecnologie sanitarie

1. Segnalazioni
2. Memorie scritte
3. Dossier

4. Richiesta di audizione
5. Contributo a consultazione pubblica

Nella fase di prioritizzazione e (limitatamente alla richiesta di audizione) nella fase di appraisal