Valutazione delle Tecnologie Sanitarie - HTA

Il Ministero della Salute, in ottemperanza a quanto disposto con le leggi 23/12/14 n. 1901 e 28/12/15 n. 208, ha istituito una Cabina di regia, con il coinvolgimento delle Regioni, dell’AGENAS e dell’AIFA, sentiti i rappresentanti dei pazienti, dei cittadini e dell’industria, con i compiti di definire le priorità, promuovere e coordinare le attività di valutazione multidimensionale, validare gli indirizzi metodologici e curare la diffusione e la verifica degli impatti delle valutazioni HTA, e ha inoltre istituito una rete nazionale di collaborazione tra le regioni denominata Programma Nazionale di HTA dei dispositivi medici.

La legge regionale 33/2009 così come modificata dalla legge 23/15, dedica un’attenzione specifica alla valutazione delle tecnologie sanitarie all’art. 5 nel comma 8. Con DGR X/5671 del 11/10/16 è stato istituito un Programma regionale di HTA costituito da un presidio presso la DG Welfare, un gruppo di supporto tecnico-scientifico presso la ASST Grande Azienda Metropolitana di Niguarda, una Rete Assessment costituita dai componenti delle Commissioni Aziendali Dispositivi Medici di ASST e IRCCS pubblici e privati accreditati e da due Commissioni per la prioritizzazione e la identificazione del valore complessivo per la salute di tecnologie segnalate dalle Aziende sanitarie e sottoposte ad assessment.
Le valutazioni HTA costituiscono specifico contributo informativo per:
a) i programmi degli acquisti dei consorzi/aziende e di ARCA;
b) i programmi di sviluppo delle reti di patologia e delle reti di continuità assistenziale;
c) l’approvazione delle richieste di introduzione e sostituzione di apparecchiature tecnologiche innovative avanzate dalle ASST e dagli IRCCS alla Commissione Apparecchiature ad Alta Tecnologia, istituita con DDG 10737 del 21/11/13 e successivi.

Il percorso di valutazione aziendale previsto per tutte le Aziende sanitarie e gli IRCCS lombardi dalla DGR 1185 del 20/12/2013 nell'allegato 3 è finalizzato a raccogliere evidenze relativamente alla efficacia ed ai benefici correlati all'utilizzo dei dispositivi medici, nuovi o già in uso nei percorsi terapeutici, ed è coordinato dalla DG Welfare al fine di garantire la appropriata circolazione dei prodotti valutativi aziendali e di limitare il rischio di inefficienze e duplicazione di sforzi tra Aziende sanitarie. Durante l’anno 2018 le Aziende sanitarie della Lombardia pubbliche e private accreditate estenderanno le attività di identificazione e segnalazione di tecnologie da proporre a valutazione regionale, nonché di valutazione tecnica multidimensionale di tecnologie valutate dalla DG Welfare come di interesse prioritario per il SSL.

A tali fini ciascuna Azienda sanitaria pubblica e privata accreditata produrrà nel corso del 2018:
almeno un evento formativo accreditato ECM, anche organizzato in collaborazione tra diverse Aziende sanitarie, mirato a diffondere tra i professionisti sanitari la cultura della analisi critica della documentazione scientifica (studi clinici ed economici pubblicati) per gli acquisti e per l'uso clinico di apparecchiature, dispositivi medici e altre tecnologie sanitarie
- almeno una segnalazione, effettuata in coerenza con le modalità previste nel programma regionale coordinato col programma nazionale di HTA dei dispositivi medici, di tecnologia di potenziale interesse per il SSN; 
- almeno una valutazione tecnica (assessment in formato Horizon Scanning, rapporto HTA sintetico o rapporto HTA esteso) per una tecnologia proposta per l'acquisto.