Stampa

Questo criterio comprende una misura di valore relativo, ovvero del guadagno in termini di efficacia che è documentabile per l’intervento in esame rispetto ai suoi comparatori, valutando la capacità della tecnologia proposta di determinare cambiamenti positivi negli Esiti (outcome) Riportati dai Pazienti (ERP) (ad es. qualità della vita) oltre e al di là dei cambiamenti positivi misurati con parametri clinici, fisiologici o genomici. Include anche miglioramenti nella convenienza per i pazienti e nella aderenza dei medesimi al trattamento.

Una tecnologia che determina un maggior miglioramento negli ERP dovrebbe avere maggior punteggio di quelle tecnologie che determinano peggioramenti degli ERP rispetto ai rispettivi comparatori. Il miglioramento degli ERP contribuisce al punteggio della tecnologia nella misura in cui la tecnologia è in grado di migliorare la percezione di salute del paziente. Qui è compresa la prospettiva del paziente considerando l’impatto da questi riscontrato della tecnologia sulla sua salute, mentre “C06 - Miglioramento di efficacia teorica o pratica” e “C05 - Miglioramento di sicurezza e/o tollerabilità” rappresentano risultati di valutazioni cliniche cioè dal punto di vista dei sanitari.

Di seguito si riporta la scala:

1: Peggioramento degli esiti riferiti dai pazienti rispetto ai comparatori
2: Esiti riferiti dai pazienti simili rispetto ai comparatori
3: Qualche miglioramento degli esiti riferiti dai pazienti rispetto ai comparatori
4: Importanti miglioramenti degli esiti riferiti dai pazienti rispetto ai comparatori

Torna a Dimensioni e Criteri di valutazione applicati in Regione Lombardia