Stampa

Negli ultimi decenni, la quota dei costi sanitari in proporzione al PIL è aumentata in molti Paesi, ponendo una crescente pressione sulle risorse limitate disponibili per finanziare tali spese. Questa crescita dei costi è stata alimentata in parte dal tasso di sviluppo tecnologico. Sempre più spesso, c'è un conflitto tra ciò che è tecnologicamente possibile e ciò che è economicamente fattibile. Per una completa valutazione con metodi di HTA non è sufficiente considerare sistematicamente solo aspetti di sicurezza, efficacia, efficacia clinica o etica ma sono necessarie anche informazioni su costi in modo da ottenere valutazioni di costo-efficacia o costo-opportunità delle alternative proposte. Le informazioni sanitarie-economico sono sempre più richieste da molte giurisdizioni, e questo aumenta il carico delle agenzie di produzione di rapporti di HTA, di sponsor di studio e di ricercatori. L'esecuzione di valutazioni economiche può rivelarsi ardua e richiedere molto tempo in termini di necessità di interpretazione multidisciplinare e trans-disciplinare in termini di statistica, di modellazione e di esperienza clinica. Per questo motivo è vantaggioso distribuire il carico di lavoro tra le organizzazioni e le giurisdizioni. D'altra parte le raccomandazioni, i metodi ed i requisiti di dati per la stima dei rischi di base, dell’effetto del trattamento, dell’utilizzo delle risorse, delle misure di salute globali e dei costi sopportati variano tra popolazioni o sistemi sanitari. Tali differenze portano di per sé a differenti documentazioni che possono essere usate come input per le decisioni prese in merito al rimborso e all'accesso alle nuove tecnologie sanitarie. Alcune tecnologie sanitarie infatti, pur avendo la stessa evidenza clinica ed economica, non necessariamente vengono valutate in modo analogo tra diverse giurisdizioni, a causa delle differenze nazionali e regionali nei processi decisionali e nei giudizi di valore. Le informazioni relative alla valutazione economica e finanziaria, anche se importanti, sono solo due delle tante considerazioni che possono essere prese in esame in sede di assegnazione delle risorse. L'importanza di questa dimensione valutativa dipende, in larga misura, dalla trasparenza e dalla validità sia delle informazioni raccolte che dall'analisi che ha prodotto tali informazioni. In particolare, la natura delle documentazioni di tipo economico è di fondamentale importanza nel valutare l'applicabilità dei risultati sulla valutazione economica e finanziaria per un potenziale utilizzo nel processo decisionale. Idealmente questa dimensione dovrebbe quindi ricomprendere anche informazioni sulla credibilità delle previsioni di costo e di costo-efficacia. Nessun metodo di analisi economica elimina la necessità di indagare su tutte le potenziali minacce per l'applicabilità al contesto decisionale locale delle informazioni di impatto economico e finanziario prodotte in altri contesti.

Torna a Dimensioni e Criteri di valutazione applicati in Regione Lombardia