Stampa

La tecnologia potrebbe avere impatti sui dipartimenti non utilizzatori. Gli impatti di tipo organizzativo possono essere molteplici, ad esempio possono declinarsi in termini di: processi assistenziali e lavorativi, percorsi dei pazienti, tempi e volumi di attività, necessità di training dei professionisti, cooperazione e comunicazione, coinvolgimento dei pazienti, variazione delle condizioni lavorative (come aumento di rischio), fornitura di servizi, effetti di variazioni nell'allocazione di budget, vigilanza e monitoraggio, infrastrutture e logistica.

Di seguito si riporta la scala:

1: Impatto negativo: se adottata, la tecnologia richiederebbe importanti riorganizzazioni con scarse garanzie di appropriatezza
2: Impatto neutro: se adottata, la tecnologia non determinerebbe importanti conseguenze sull’organizzazione dell'offerta sanitaria
3: Qualche impatto positivo: l'adozione della tecnologia potrebbe facilitare un miglioramento organizzativo
4: Positivo: se adottata, la tecnologia migliorerebbe la performance dell’attuale sistema organizzato o faciliterebbe riorganizzazioni virtuose

Torna a Dimensioni e Criteri di valutazione applicati in Regione Lombardia