Stampa

Portale istituzionale di Regione Lombardia 

Estratto da DGR XI/2509 del 26.11.2019

Gli obiettivi del programma regionale lombardo di valutazione delle tecnologie sanitarie sono i seguenti: 

- obiettivo generale: facilitare la diffusione nella pratica clinica delle tecnologie più efficaci, sicure ed efficienti in sostituzione di tecnologie meno efficaci, sicure ed efficienti, secondo modalità responsabili, condivise, trasparenti, monitorabili e verificabili, nel rispetto dell’erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza, attribuendo chiare responsabilità ai soggetti coinvolti, mediante il perseguimento dei seguenti obiettivi specifici:

- obiettivi specifici:
a. gestire il livello di incertezza delle informazioni sulle tecnologie sanitarie; 
b. gestire la trasferibilità nel Servizio Sanitario lombardo delle valutazioni prodotte in altri contesti, nazionali ed internazionali;
c. identificare e diffondere approcci innovativi nell’uso pratico di biotecnologie,
biomedicine, prodotti biosimilari ed in generale prodotti e processi d’avanguardia;
d. gestire le predette incertezze informative, la trasferibilità di valutazioni terze e la diffusione di innovazioni all’interno di un modello decisionale coerente,
trasparente, orientato alle necessità dei pazienti, all’appropriatezza specifica e
alla sostenibilità finanziaria. 

Le finalità del Programma regionale di valutazione delle tecnologie sanitarie sono le seguenti: 

  • attuazione operativa delle indicazioni del Programma regionale di valutazione delle tecnologie sanitarie e del Programma Nazionale HTA Dispositivi medici, secondo la programmazione strategica regionale inerente all’impiego delle tecnologie nelle aziende socio-sanitarie lombarde;
  • produzione di rapporti tecnici su tecnologie non prioritizzate a livello nazionale e di interesse strategico regionale sulla base delle indicazioni della D.G. Welfare;
  • sostegno alla Rete regionale di referenti per l’assessment tecnico di tecnologie sanitarie presso le aziende socio-sanitarie lombarde; 
  • promozione della cultura della valutazione e dell’utilizzo delle documentazioni di efficacia comparativa nella programmazione sanitaria e nella pratica clinica in Lombardia;
  • mantenimento, nella produzione degli elaborati tecnici HTA, di indipendenza da rapporti con produttori e/o distributori di dispositivi medici;
  • assicurazione di un processo editoriale che preveda la separazione fra la fase di valutazione tecnica (assessment) e quella di supporto istruttorio alle attività della Commissione Regionale HTA presso la D.G. Welfare deputata alla formulazione delle raccomandazioni (appraisal) per l’utilizzo appropriato di tecnologie sanitarie.