Estratto dal DECRETO N. 18317 del 06/12/2018 - Identificativo Atto n. 554 DIREZIONE GENERALE WELFARE

SISTEMI DI CHIRURGIA MININVASIVA VIDEO-LAPAROSCOPICA CON CONTROLLO REMOTO (CHIRURGIA ROBOTICA). ISTITUZIONE DEL GRUPPO DI LAVORO PREVISTO DALLA DGR X/7150 DEL 04/10/2017 PROGRAMMA REGIONALE STRAORDINARIO INVESTIMENTI IN SANITA’ - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA REGIONALE N. X/7037/2017

VISTA la DGR n. X/7150 del 04/10/2017 recante: “Programma regionale straordinario investimenti in sanita’ - Determinazioni conseguenti alla deliberazione di Giunta Regionale n. X/7037/2017”, con la quale la Giunta Regionale ha riconosciuto, tra l’altro, che:

  • Regione Lombardia ha avviato nel corso degli ultimi anni una valutazione sull’efficacia dei sistemi di chirurgia mininvasiva video-laparoscopica con controllo remoto (chirurgia robotica), sospendendo cautelativamente il finanziamento in conto capitale di nuove apparecchiature in tale ambito;
  • nel corso del periodo di sospensione delle sopra citate acquisizioni, sono stati sviluppati e pubblicati rapporti di efficacia degli strumenti in relazione a specifiche aree di intervento e a precise indicazioni terapeutiche;
  • l’evoluzione del mercato in relazione alla evoluzione tecnologica può consentire oggi, previa idonea valutazione del contesto commerciale, di accedere ad una maggiore tipologia di apparecchiature;
  • persiste l’opportunità di non interrompere l’evoluzione tecnologica di apparecchiature presso le strutture pubbliche pur contemperando le valutazioni fino ad oggi emerse dal mondo scientifico;

CONSIDERATO, inoltre, che con la medesima Deliberazione, la Giunta Regionale ha riconosciuto l’opportunità di definire un piano di governo della chirurgia mininvasiva video-laparoscopica con controllo remoto avviando apposito Gruppo di Lavoro che valuti le esigenze di implementazione e l’impatto operativo, anche in termini di efficacia operativa, nell’ambito del Servizio Sanitario Regionale, monitorando i rapporti HTA relativi a detta chirurgia che nel frattempo si fossero resi disponibili (in particolare il report del marzo 2017, a cura Ministero della Salute e Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali), e che definisca il numero ottimale di apparecchiature necessarie sul territorio regionale;

Il suddetto Gruppo di Lavoro dovrà valutare entro 90 giorni dall’adozione del presente provvedimento, producendo idoneo documento di sintesi:

1. Il fabbisogno di chirurgia mininvasiva video-laparoscopica con controllo remoto del bacino di utenza o dell’area geografica di riferimento;
2. La spesa necessaria per assicurare un adeguato volume di attività (efficienza dell’uso della tecnologia);
3. I costi legati alla formazione e mantenimento della competenza degli operatori, come singoli e come team;
4. Gli aspetti logistici (investimenti strutturali, disposizione della sala operatoria, ecc.);
5. La programmazione delle sessioni operatorie e dell’attività dell’equipe chirurgica dedicata a detta chirurgia;
6. La gestione clinico organizzativa del percorso assistenziale;
7. L’informazione sul servizio offerto;
8. La gestione del rischio; 
9. La previsione di un programma di monitoraggio dell’utilizzo clinico appropriato.